Gnius
immagine al post Come lavare le calze in lavatrice

Come lavare le calze in lavatrice? Domanda frequente che molte di noi si pongono, soprattutto con calze di marca e di qualità.
Lavare la biancheria in lavatrice è comodo, veloce e permette di risparmiare tempo, ma per farlo senza rovinare i collant o le calze è consigliabile adottare alcuni semplici accorgimenti per evitare di danneggiarla.
Tuttavia sebbene si possano trovare tante informazioni per lavare le calze in lavatrice in sicurezza è sempre meglio riflettere bene se sia una cosa giusta da fare, bisogna fare sempre attenzione perché per i capi più delicati è sempre meglio lavare a mano che pentirsi dopo il lavaggio in lavatrice.

Come lavare le calze in lavatrice

In linea di massima, si possono lavare le calze in lavatrice senza particolari problemi, ma talvolta può capitare che, durante la centrifuga, qualche filo si tenda o che i calzini si incastrino nelle guarnizioni o nella gomma dell’oblò.
Calze, collant ma anche leggings e calzamaglie spesso finiscono per annodarsi agli altri capi nel cestello e tendersi, divenendo così inservibili e non far altro che gettarli nella spazzatura.
Ricordatevi che può capitare anche alle comode calze antiscivolo in morbida spugna che perdano i gommini antiscivolo durante il lavaggio!

Consigli pratici per lavare le calze in lavatrice

Innanzitutto, per evitare che le calze scoloriscano o si rovinino dopo ripetuti lavaggi si consiglia di utilizzare detersivi specifici per capi delicati e scegliere cicli di lavaggio eco, di breve durata ed a basse temperature.
Non eccedete con la quantità di detersivo e se potete impostate la centrifuga a 400 giri.
Inoltre, tutti i tipi di calze, dai collant ai calzini fino ai leggings, devono essere sempre girate al rovescio prima di procedere con il lavaggio in lavatrice.

Il giusto procedimento per lavare le calze in lavatrice

Per lavare le calze in lavatrice senza rovinarle si consiglia di usare un apposito sacchetto per la protezione dei capi delicati.
In alternativa si può usare un vecchio paio di collant, in cui andrete ad inserire le calze ma senza arrotolarli eccessivamente.
Annodate con cura le estremità dell’involucro, in modo che le calze e i collant non fuori escano durante il lavaggio.

Avviate il programma eco per capi delicati.

Al termine del lavaggio estraete le calze ed adagiatele sullo stendibiancheria in posizione orizzontale lontano da fonti di calore.
Appendendole in verticale e lasciandole a penzoloni, si corre il rischio che la tensione e il peso dell’acqua sulle calze provochi la perdita della forma originaria.
Infine evitate assolutamente di far asciugare le calze sul calorifero, soprattutto se hanno decorazioni con brillantini o paillettes.

Riporre le calze dopo il lavaggio in lavatrice

Prima di mettere a posto le calze e i collant nei cassetti assicuratevi che siano ben asciutte e non siano umide,
ricordatevi che la calza o il collant ancora umido in un luogo chiuso è l’ambiente ideale per le muffe, che possono “mangiare” i materiali che compongono le calze, e così facendo vi ritroverete le vostre calze o collant che perdono di elasticità e rovinarsi velocemente.
Questo è uno dei motivi principali per cui quando si vanno a riprendere le calze al cambio stagione alcune di queste risultano rigide, con una evidente mancanza di elasticità o con le decorazioni rovinate.

Leggi Anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi