Quel che serve per mettere gli smalti semipermanenti da sola

su
Gnius
immagine al post Quel che serve per mettere gli smalti semipermanenti da sola

Gli smalti semipermanenti sono stati una rivoluzione per la manicure, sia per la Nail Art sia che tu preferisca invece le unghie in tinta unita,
questo tipo di smalti ha semplificato di molto la cura e la bellezza delle mani, ed ora è una attività che puoi fare da sola,
Ma per farlo a casa da sole abbiamo avuto diversi dubbi, ecco come abbiamo chiarito i vari dubbi che sono venuti fuori,
e scoprire tutto quel che serve per mettere gli smalti semipermanenti da sola

mettere gli smalti semipermanenti da sola

Le principali domande che ci sono venute riguardano alla possibilità di applicare gli smalti semipermanenti a casa,
quali smalti comprare e dove comprarli al prezzo più conveniente, per non incorrere in bufale o prodotti scadenti,
e di conseguenza quali sono i marchi migliori e quale smalto semipermanente comprare.

Come mettere gli smalti semipermanenti da sola a casa

Applicare lo smalto semipermante a casa è una operazione abbastanza semplice e veloce,
non richiede capacità particolari e se già metti lo smalto da sola sei già ad un ottimo punto,
l’unica differenza è che lo smalto semipermanente richiede 3 passaggi e asciugatura sotto la lampada.

Cosa serve

Per mettersi lo smalto semipermanente da sola servono solo 3 cose, una lampada che può essere UV, a LED o UV+LED, i primer (cleanserbase coat e top coat) ed ovviamente lo smalto.
In più se vuoi un effetto più o meno lucido ci sono gel e smalti di copertura di ogni tipo per rifinire le unghie.

La lampada per unghie

La lampada è l’acquisto principale e va fatto come si deve. Ci sono 3 tipi di lampade per unghie:
La lampada UV, che è quella più usata nei centri di ricostruzione unghie perché può rimanere accesa per molte ore,
usa lampadine UV per asciugare le unghie che sono un po’ care.
La lampada LED, è il tipo di lampada più economica e asciuga solo smalti creati per essere asciugati con questa tipo di lampada.
La lampada UV + LED, che è l’unione delle due tipologie viste sopra, questa è quella che secondo noi è più comoda,
perché ci permette di acquistare lo smalto che più ci piace.

Alcune lampade hanno una ventolina che fa passare l’aria sulle mani, riducendo il tempo di asciugatura.
Tra le tante lampade per unghie che ci sono in commercio, basta vedere su Amazon, quella che abbiamo scelto è questa:
mettere gli smalti semipermanenti da solaÉ una lampada per unghie Abody UV+Led, a prezzo pieno è un po’ cara (costa 87€) ma si trova quasi sempre in offerta sotto i 30€.
Ha delle funzioni che rendono l’applicazione dello smalto molto più comoda e veloce, ha il timer a 30 e 60 secondi,
ma soprattutto ha un sistema di illuminazione che protegge le mani, quindi non serve coprirle quando asciughi lo smalto,
ed è la cosa che più agevola il lavoro, soprattutto in casa.

La Abody è una marca professionale, e se sei stata in centri di nail art ne avrai già viste della stessa marca,
questo modello è pensato proprio per un uso personale, e può essere alimentata anche da una batteria esterna per cellulari,
oltre che da suo trasformatore che è in dotazione.

Il cleanser, base coat, top coat e lo smalto semipermanente

I prodotti di base sono il cleanser, che serve per la pulizia pre e post smaltatura, il base coat che fa da primer,
il top coat che fa da copertura e protezione dello smalto.
Riguardo lo smalto abbiamo 2 o 3 tipi di smalto più la copertura di finitura.

Il primo tipo di smalto è il primer, chiamato base coat è uno smalto trasparente che serve per separare l’unghia dallo smalto colorato,
è fondamentale se vuoi sostituire il semipermanente con facilità, perché evita il contatto tra il solvente e l’unghia.
Poi ci sono i gel di base, chiamati anche top coat, che servono per creare la superficie liscia e levigata e che,
per la loro struttura, permettono la perfetta aderenza con lo smalto semipermanente.

Abbiamo poi gli smalti semipermanenti sia in gel che in smalto classico, a seconda della marca e del tipo,
quelli che hanno decorazioni con glitter e brillantini di solito sono in gel.
Per finire abbiamo le coperture di protezione, che servono a non rovinare lo smalto,
di solito sono in gel e creano un rivestimento molto duro a protezione dell’unghia e quindi dello smalto.
Ci sono anche smalti più semplici, ma se vuoi imparare mettere gli smalti semipermanenti da sola a casa,
senza dipendere da una marca o da un tipo specifico, noi spieghiamo la procedura con gli smalti semipermanenti standard.

Come si applica lo smalto semipermanente

Imparare a mettere gli smalti semipermanenti da sola richiede un po’ di pazienza e qualche tentativo fallito,
ma non dovete scoraggiarvi.

Pulire bene le unghie e le cuticole

Il primo passaggio da fare è quello di levigare l’unghia in modo che la superficie sia liscia,
poi si passa all’eliminazione delle cuticole.

Passare il base coat

Una volta fatto pulisci bene l’unghia con i prodotti di pulizia o con alcool e lascia asciugare per almeno 30 secondi.
A questo punto passa il gel primer o base coat e lascia asciugare all’aria o sotto la lampada a seconda di quello che c’è scritto sul primer.
Fai attenzione a non toccare la pelle intorno all’unghia.
Se non ti senti sicura metti del nastro adesivo o della pellicola trasparente sul dito ritagliando con le forbicine un buco con la forma dell’unghia.
Ricordati di passare la base anche sulla punta dell’unghia.
Fai asciugare sotto la lampada per almeno 30 secondi.
Per comodità lascia i pollici per ultimi, in modo da farli asciugare insieme sotto la lampada.

Passare lo smalto semipermanente

Quando è tutto asciutto puoi iniziare ad applicare lo smalto semipermamente in gel.
Non avere fretta di finire, passa uno strato sottile dello smalto facendo attenzione a non toccare la pelle e poi asciuga sotto la lampada per 60 secondi.

Rifinitura dell’unghia

Se vuoi le unghie più o meno lucide passa pure il top coat che più ti piace, se vuoi passarlo due volte asciuga bene sotto la lampada per 60 secondi.
Se la superficie non è uniforme passaci un po’ di solvente con l’ovatta o con una garza fine e poi ripassa lo smalto e fai asciugare.
Quando sei soddisfatta puoi passare lo smalto di finitura e lasciare ad asciugare sotto la lampada per altri 60 secondi.

Dove comprare gli smalti semipermanenti online

Comprare gli smalti semipermanenti online non è poi così difficile se si seguono i consigli di chi c’è già passata.
Dopo un po’ di acquisti sui siti di profumerie online abbiamo trovato che la soluzione migliore è acquistare dagli shop online dei marchi,
oppure dai rivenditori ufficiali dei marchi.
Non tanto per una questione di prezzo ma per il servizio clienti post vendita che più di una volta ci ha aiutato a risolvere i problemi,
che inevitabilmente accadono soprattutto le prime volte.
Abbiamo imparato dove acquistare gli smalti per unghie semipermanenti La Femme, o gli smalti Layla Cosmetics
molti di questi hanno lo store ufficiale su Amazon, che è una gran comodità e si risparmia parecchio sulle spedizioni.
Se ti interessa abbiamo creato una lista completa delle migliori marche di smalti semipermanenti con i relativi link per l’acquisto.

Quanto costano gli smalti semipermanenti

Uno smalto semipermamente di qualità e sicuro per l’unghia non può costare meno di 13€,
quindi anche se vedete prezzi più bassi, anche se di marchi famosi, diffidatene,
probabilmente sono svenduti perché sono vecchi o sono stati tenuti male.

Gli smalti semipermanenti infatti devono essere tenuti a temperature precise,
ne al freddo, ne al caldo, e non devono essere esposti alla luce del sole.
Se ci avete fatto caso infatti le boccette di smalto semipermanenti non sono affatto trasparenti.

Seguendo questi consigli, e facendovi aiutare da chi è già esperto, potrete mettere gli smalti semipermanenti da sola senza problemi.

Leggi Anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *